On/Off

Nokia lancia un tablet: fuori tempo massimo?

di Davide Fumagalli

22/10/2013 - Ore: 15.58



Nel celebre memo scritto da Stephen Elop appena arrivato a capo della società - Nokia, your platform is burning - il manager canadese metteva in guardia i nuovi colleghi finlandesi sulle problematiche di esecuzione della strategia che affliggevano il colosso della telefonia in crisi. Elop ricordava tra l'altro come Nokia impiegasse più a realizzare una presentazione in PowerPointi di quanto alcuni produttori asitici impiegassero a progettare e realizzare un telefono cellulare.

Il memo fece molto scalpore e colpì positivamente gli analisti e gli addetti ai lavori, che speravano nelle capacità di Elop di cambiare la cultura aziendale della società finlandese e permetterle così un rilancio. A distanza di poco più di due anni da quel memo, e da poco più di un mese dall'acquisizione della divisione dispositivi di Nokia da parte di Microsoft, il debutto del primo tablet della società finlandese sembra testimoniare le enormi difficoltà incontrate da Elop nel suo programma, che almeno dal punto di vista della velocità di esecuzione può dirsi fallito.

Nokia debutta infatti per ultima sul mercato dei tablet, mentre i principali competitor hanno ormai acquisito posizioni difficili da recuperare, specie alla luce delle scelte fatte dalla società finlandese. Il primo tablet di Nokia, il modello 2520 - in Nokia esisteva un vice president responsabile della scelta dei nomi per i dispositivi, che erano in realtà sigle: evidentemente Elop non è riuscito a cambiare neanche quest'abitudine - si presenta infatti con un design basato su materiali e design non proprio all'altezza della concorrenza con cui dovrà confrontarsi. A farla da padrone è ancora volta la plastica - policarbonato per la precisione, che non cambia però la sensazione ben diversa rispetto al più elegante e sofisticato alluminio o magnesio - mentre le linee affusolate e sfuggenti non sembrano proprio riuscire ad entrare nella cultura aziendale di Nokia.

Ironia della sorte, il Nokia 2520 è stato presentato nello stesso giorno della commercializzazione del nuovo tablet di Microsoft, Surface 2, che sfoggia una cura dei particolari, materiali e design talmente sofisticati da potersi confrontare senza complessi di inferiorità con i nuovi iPad e i migliori modelli basati su Android, potendo inoltre offrire caratteristiche innovative e originali come la tastiera Touch Cover 2, ora anche retroilluminata, o la docking station che trasforma il modello Pro in un vero pc da scrivania capace di sostituire in tutto e per tutto il computer principale.

Nella complessa operazione di integrazione che attende Microsoft, che prevederà come sempre accade inevitabili sovrapposizioni, almeno la scelta del team e della cultura aziendale in tema di design potrebbe essere smarcata molto velocemente. Elop permettendo....

BlackBerry corre a Wall Street

di Davide Fumagalli

13/08/2013 - Ore: 18.33



L’apertura ufficiale a ogni possibilità per valorizzare gli asset di BlackBerry, compresa la vendita, continua a sostenere il titolo della società canadese a Wall Street, dove ha messo a segno un balzo dell’8% sfiorando i 12 dollari. L’entusiasmo degli investitori è legato alle molte opzioni a disposizione della società, che nonostante le difficoltà può contare ancora su una cassa di 2 miliardi di dollari oltre a un vero tesoro di brevetti.

Accanto all’ipotesi di acquisizione vera e propria, per cui sono circolate le ipotesi più varie, c’è infatti la possibilità di una cessione di singoli asset o l’uscita dal solo business dei terminali...

Vendite di pc in caduta libera, fine di un'era?

di Davide Fumagalli

11/04/2013 - Ore: 8.58



La crisi economica, che per di più sta colpendo ormai specialmente l'Europa, non basta a spiegare il crollo delle vendite di pc su scala globale, un trend che prosegue ormai da 4 trimestri accentuando una curva sempre più pericolosa. Secondo la società di ricerca Idc nel primo trimestre del 2013 le vendite globali di pc desktop e portatili sono crollate del 14%, il peggior calo da quando la società ha iniziato a monitorare il mercato su base trimestrale, nel 1994. Leggermente meno pessimista la società di ricerca Gartner, secondo cui la caduta delle vendite di pc nello stesso periodo si è attestata all'11,2%, scendendo sotto la socglia degli 80 milioni di unità e segnando il peggior risultato...

Facebook prova a conquistare Android

di Davide Fumagalli

04/04/2013 - Ore: 21.09



Il telefonino targato Facebook oggetto di tanti rumor alla fine si è materializzato, ma solo nella veste di uno smartphone Android di fascia medio-bassa prodotto da Htc e ottimizzato con la vera novità dell’evento organizzato dalla società di Zuckerberg, ovvero la nuova versione dell’app per i telefoni intelligenti. Una novità salutata con favore a Wall Street come una sorta di pericolo scampato, ovvero un ruolo diretto, e costosissimo, di Facebook nella progettazione e commercializzazione di un proprio terminale.

In questo caso invece Zuckerberg ha provato a far quadrare il cerchio, ovvero aumentare la quantità di dati raccolti sulle abitudini degli utenti dei telefonini...

Instagram, l'abbraccio mortale di Facebook è solo l'inizio

di Davide Fumagalli

18/12/2012 - Ore: 17.54



L'annuncio, in parte atteso e fortemente temuto, è arrivato. Dopo aver unilateralmente modificato il contratto con gli utenti del servizio, dal 16 gennaio Instagram si è arrogata il diritto di utilizzare in ogni contesto le immagini condivise dai suoi milioni di utenti senza riconoscere loro nulla, anche in caso di vendita commerciale o utilizzo in pubblicità e altri attività commerciali. Un vero e proprio schiaffo a milioni di utenti che hanno portato al successo l'app amata da decine di milioni di aspiranti fotografi, che l'hanno utilizzata per trasformare immagini del proprio pranzo catturate con il telefonino in potenziali scatti d'autore.

Una scelta che ha scatenato naturalmente una sollevazione da...

Ora per Intel il gioco si fa davvero duro

07/11/2012 - Ore: 19.50



I tempi della pubblicità in cui un ingegnere Apple prendeva in consegna da un collega di Intel un wafer di chip, pronto a sfruttarne la potenza all'interno dei computer Mac che abbandonavano così la precedente architettura PowerPc, sono ormai lontani. Lo storico passaggio del 2005, che sottolineava il dominio assoluto della società statunitense nel settore dei microprocessori per pc iniziato con lo storico Pentium, è ora sempre più sbiadito per via del lento declino dei personal computer 'tradizionali' e l'affermazione dei dispositivi mobili, a partire da smartphone e tablet. Un cambiamento che ha visto Intel incapace di offrire chip con prestazioni e consumi energetici capaci di competere con quelli di s...

BlackBerry dovrebbe guardare la vecchia Nokia, non iPhone

di Davide Fumagalli

18/04/2012 - Ore: 20.57



Il numero di smartphone BlackBerry con qualche anno sulle spalle, ma ancora perfettamente funzionanti e custoditi quasi gelosamente dai proprietari, offre qualche spunto di riflessione sulle potenzialità di Rim. La società canadese, troppo sbrigativamente data per spacciata nella competizione con Apple e Google, ha infatti dalla sua non solo una profittabilità invidiabile e milioni di utenti che difficilmente lascerebbero le eccellenti tastiere fisiche e la piattaforma di posta elettornica tuttora più efficiente sul mercato. Mentre gli analisti si interrogano sulle possibilità di successo del nuovo sistema operativo, BlackBerry 10, atteso per fine anno, Rim ha lanciato anche un modello di smartphone offerto...

Rim rilancia sui tablet con PlayBook Os 2

22/02/2012 - Ore: 8.15



Al centro del ciclone per i risultati in calo e i ritardi nel rilascio della nuova archiettetura per gli smartphone BlackBerry, rim ha risposto nel migliore dei modi, ovvero rilasciando una serie di prodotti curati tanto sotto il profilo delle funzionalità quanto sotto quello del design e della qualità costruttiva. Il rilascio del nuovo sistema operativo per PlayBook, il tablet di Rim, si affianca a quello del nuovo modello Bold, la serie top di smartphone, che amplia così la scelta di dispositivi per dimensioni mantenendo un livello qualitativo decisamente elevato.

Il nuovo sistema operativo per il PlayBook introduce molte delle funzionalità richieste dagli utenti, superando così i limiti che ne...

iPhone, cinque anni che hanno cambiato il mondo

di Davide Fumagalli

09/01/2012 - Ore: 18.53



Esattamente cinque anni, il 9 gennaio 2007, Steve Jobs presentava al Mac World il primo modello di iPhone, il cellulare che nel giro di pochi anni ha letteralmente rivoluzionato l'intero settore della telefonia, e non solo. La stessa Apple non è più la stessa dopo il lancio di iPhone, che vale ormai quasi la metà del suo fatturato oltre ad aver contribuito in maniera fondamentale a metterla stabilmente al centro del settore IT grazie all'ecosistema che si è venuto a creare attorno alla geniale intuizione di Steve Jobs.

Con oltre 500 mila applicazioni create da decine di migliaia di sviluppatori, iTunes App Store è infatti riuscito a moltiplicare l'interesse dei consumatori verso i dispositivi mobili...

Aiuto, è sparita la rubrica dello smartphone

di Davide Fumagalli

06/01/2012 - Ore: 16.52



Scartati i regali tecnologici ricevuti a Natale, un numero consistente di smartphone e tablet è entrato nella vita quotidiana di milioni di consumatori, alle prese in questi giorni con un problema spesso di non facilissima soluzione: il trasferimento dei dati dai vecchi dispositivi ai nuovi computer tascabili. Un problema in effetti da non sottovalutare, dal momento che eventuali errori possono compromettere in pochi secondi anni di ricordi o informazioni relative ai propri contatti e alle attività svolte.

Per chi compie il salto dal telefonino basic allo smartphone vero e proprio il compito è, paradossalmente, più semplice, dal momento che tipicamente le uniche informazioni contenute in questo genere...