Milano Finanza
Sabato 30 Agosto 2014 - Ore 10:09




NEWS

06/03/2013 18.00

economia e politica

Ungheria, Consiglio d'Europa preoccupato per riforme costituzionali




"Non approvate gli emendamenti alla Costituzione prima che la Commissione di Venezia li esamini e dia un obiettivo parere". È l'appello rivolto oggi dal Segretario Generale del Consiglio d'Europa Thorbjørn Jagland al governo ungherese perché intervenga sul Parlamento per rinviare la ratifica della riforma costituzionale prevista per lunedì prossimo 11 marzo.

"Sono preoccupato per la compatibilità degli emendamenti annunciati col principio dello Stato di Diritto previsto dalla Convenzione europea dei Diritti dell'Uomo. Infatti, il governo sta reintroducendo le norme transitorie annullate dalla Corte Costituzionale ungherese. Questo significa che si vuole reintrodurre la maggioranza di due terzi per le modifiche costituzionali, che metterebbe in pericolo i principi fondamentali della democrazia", spiega il Segretario Generale del Consiglio d'Europa.

"Si tratta di un grave problema che il Parlamento dovrebbe risolvere consultando al più presto gli esperti della Commissione di Venezia, preposti, appunto, al Controllo costituzionale sui 47 paesi aderenti al Consiglio d'Europa. Ecco perché chiedo che l'esame e la ratifica degli emendamenti venga rinviata".




 
 



Torna in Alto