Milano Finanza
Mercoledì 23 Luglio 2014 - Ore 05:41



NEWS

22/02/2013 10.45

analisi e previsioni

Strategia FtseMib future: spunti operativi per venerdì 22 febbraio

di Gianluca Defendi




Strategia FtseMib future: spunti operativi per venerdì 22 febbraio

Giornata decisamente negativa sui mercati azionari europei che hanno subito una pesante flessione e sono scesi al di sotto di importanti supporti grafici. Il Ftse-Mib future, dopo un’apertura in gap-down a 16.425 punti, si è subito indebolito: la rottura del sostegno posto in area 16.350-16.330 ha infatti innescato una brusca ondata ribassista che ha spinto le quotazioni a ridosso della soglia psicologica dei 16.000 punti. La situazione tecnica di breve termine si è quindi deteriorata: possibile infatti una nuova discesa che avrà come target teorici l’area 15.850-15.800 prima e quota 15.450-15.400 in un secondo momento. Un eventuale recupero dovrà invece affrontare un duro ostacolo in area 16.350-16.380 punti. Difficile per adesso ipotizzare un’inversione rialzista di tendenza. Strategia operativa intraday. a) Short su rimbalzo verso 16.330 con target a 16.230-16.210 prima e in area 16.120-16.100 poi. b) Short anche al cedimento di quota 16.000 con un primo target a 15.910-15.900 e un secondo in area 15.850-15.830 punti. (riproduzione riservata)

Gianluca Defendi

Aggiornamento ore 09.35. Il mercato questa mattina rimbalza. Occorre fare molta attenzione: il ritorno verso 16.330-16.350 potrebbe rappresentare il tipico movimento di pullback verso un precedente supporto (che ora diventa resistenza). Il ritorno verso questa fornirà pertanto un'interessante opportunità per aprire posizioni short (come da strategia operativa)

Aggiornamento ore 10.45. Mattinata positiva per il mercato azionario italiano che, sostenuto dal recupero del comparto bancario, compie un veloce rimbalzo tecnico e si dirige verso le prime resistenze grafiche. Il Ftse-Mib future, dopo un'apertura a quota 16.060 punti, si è subito rafforzato con le quotazioni che hanno raggiunto l'area 16.200-16.215 prima e un massimo a 16.270 punti in un secondo momento. Il derivato sta provando un difficile pullback verso il precedente supporto, ora resistenza, posta in area 16.330-16.350 punti. Il raggiungimento di questa zona potrebbe rappresentare un'interessante opportunità per aprire nuove posizioni short. La situazione tecnica, a causa del breakout ribassista disegnato ieri, si è infatti deteriorata ed è difficile ipotizzare un'inversione di tendenza. Da un punto di vista direzionale, tuttavia, un nuovo segnale short arriverà con il cedimento del sostegno, sia grafico sia psicologico, dei 16.000 punti con una prima proiezione teorica in area 15.850-15.830 punti.

Aggiornamento ore 15.30. Il mercato è salito fino un massimo di 16.315 punti prima di accusare una veloce correzione. Sembra che l'occasione per andare short ci sia quindi stata anche se qualche punto al di sotto dell'area (16.330-16.350) che avevo indicato come ottimale per l'ingresso. Oggi pomeriggio non potrò fare ulteriori aggiornamenti perchè sono impegnato nella chiusura della settimanale MF-Milano Finanza. Auguri a tutti un buon weekend.

PS. Vi chiedo una cortesia nel corso di questo weekend: per evitare polemiche inutili non entriamo in questioni elettorali/politiche. Rimaniamo focalizzati sul trading e sui mercati finanziari. Grazie mille.




 

207  Commenti

ex post - Inviato il: 24/02/2013 20.19

mezzo86

LEV:
Lungi da me fare della polemica, ma per amor della chiarezza, ribadisco che l’approfondimento di Alberto Micheli é assolutamente ESAUSTIVO sull’argomento che del resto é per regolamento sviscerato minuziosamente nella brochure di Société Générale facilmente consultabile. Quindi nessun "...solo in parte..."
Buona serata.

mezzo86 - Inviato il: 24/02/2013 17.55

filanto

il problema è solo in parte quello che menziona michelini.
Il fatto che a un certo valore di indice corrispondono piu valori del certificato in leva dipende da questo:
se tu in un giorno avessi l’indice che fa -20% i certificati fanno -100% cioè in pratica andrebbe a valere zero euro.
Ora se tu hai l’indice che perde sempre il 20% ma in 20 sedute i tuoi certificati hanno un valore che è diverso da zero euro.
In soldono se l’indice "strappa" e fa movimenti maggiori di 1 1,5% l’incremento è minore di quello che avresti se lo facessi in piu sedute.
spero di essermi spiegato

specialone - Inviato il: 23/02/2013 21.57

FIB30

Mi chiedo ma non è più semplice operare in marginazione sul FIB30?

filanto - Inviato il: 23/02/2013 16.51

EX POST

Ti ringrazio per la tua spiegazione tecnica. Io molto più prosaicamente ritenevo quel 10% come cresta dei nostri "cugini" francesi !!!

ex post - Inviato il: 23/02/2013 16.18

e.c.

non "compounding interest" ma "compounding effect"

ex post - Inviato il: 23/02/2013 16.16

filanto

penso che lo stralcio di un approfondimento di Alberto Micheli del 30/11 sui nuovi LEV3 di Soc.Gen. possa essere chiarificatore, tenendo conto che l’effetto "compounding interest" nel caso dei LEV5 viane ovviamente ampiato

"..... Di fatto questi certificati permetteranno di operare sull’indice domestico con un effetto leva del 300% sia al rialzo sia al ribasso, all’interno però di una singola seduta di negoziazione. Questa relazione lineare non potrà rimanere invece costante su un orizzonte di più sedute consecutive per effetto del cosiddetto “compounding effect”, cioè la capitalizzazione composta degli interessi. Per esempio, un rialzo del 3% in due sedute consecutive determinerebbe una performance positiva del 6,09% nell’arco dei due giorni in questione: lo stesso rialzo giornaliero moltiplicato per 3 (+9%) produrrebbe invece una performance del 18,81% negli stessi due giorni (positiva nel caso del certificato long, negativa per quello short), superiore al 18,27% che si avrebbe moltiplicando per 3 la semplice performance dell’intero periodo. L’effetto composto degli interessi tende a rompere il legame lineare tra l’andamento del sottostante e quello del certificato, che dovrà quindi essere valutato giorno per giorno. Soprattutto nell’applicazione di strategie di copertura, il rapporto tra il valore del portafoglio da difendere e la posizione aperta sul certificato dovrà essere adattato secondo le esigenze in modo continuativo, perché su orizzonti mediamente lunghi tale divergenza finirà per compromettere il risultato finale. La stessa capitalizzazione composta rende inoltre i due strumenti non adatti alle fasi laterali: è noto infatti come l’alternanza di performance di segno opposto (anche di pari entità) produca un risultato tendenzialmente negativo (100+10%-10%=99) e in presenza di un effetto leva questo processo tende a manifestarsi in modo ancora più netto. Per lo stesso motivo i due certificati non si adattano bene nemmeno a orizzonti d’investimento lunghi.
La relazione tra sottostante e certificato è parzialmente influenzata anche da alcune componenti di costo: in particolare sono previste una “commissione base” che non potrà superare il valore massimo dello 0,4% su base annua e una cosiddetta “commissione da gap”, che rappresenta il costo di copertura dal rischio di movimenti molto violenti da parte del mercato e che sarà quindi applicata solo in presenza di condizioni particolari. Queste due componenti vengono inglobate nel calcolo della parità dei certificati, che potrà essere ribasata in qualunque seduta a discrezione dell’agente di calcolo. Onde evitare che per l’effetto moltiplicativo della leva il valore del certificato scenda in negativo, è infatti previsto un meccanismo automatico di ribasamento: se l’indice Ftse Mib TR registra una performance di ±20%, nel caso dei certificati con leva fissa ±3, o una performance del -15% nel caso del certificato a leva fissa +4, viene automaticamente effettuato un ribasamento infragiornaliero della leva, che evita così che il valore del certificato diventi negativo.
Rispetto ai Mini future quotati sul SeDeX, i punti di contatto sono davvero pochi: i primi hanno infatti una leva variabile che dipende dalla quotazione del sottostante rispetto allo strike e soprattutto hanno un meccanismo di stop loss automatico che può estinguere lo strumento ben prima della scadenza. Anche rispetto ai future tradizionali le differenze sono evidenti: non è infatti richiesta una gestione dei margini e non è previsto alcun roll-over periodico. La scadenza dei nuovi certificati è fissata per il 27 ottobre 2017 e fino ad allora non sarà necessario alcun intervento per mantenere aperta la posizione in essere. A tale proposito si ricorda però ancora una volta come questi prodotti non siano adatti a investimenti di lungo periodo: a titolo di esempio si può facilmente verificare come acquistando nello stesso momento un certificato long e un certificato short sullo stesso sottostante e con identico effetto leva, nel giro di qualche mese si finirà per maturare una perdita su entrambe le posizioni, in ragione proprio del “compounding effect” descritto in precedenza. (riproduzione riservata)

Buon WE

filanto - Inviato il: 23/02/2013 15.33

MEZZO86

Voglio profittare della tua competenza e disponibilità. Il 18 dic. us ho acquistato il lev short a 6,87 con MIB a 16130, venduto poi in loss. In questi giorni il MIb si è riportato sugli stessi valori ma lo short ha quotato massimo 6,22. Hai una spiegazione a quanto sopra? grazie anticipatamente e a tutti buon WE

mezzo86 - Inviato il: 23/02/2013 05.27

lev

numeri per lunedi

16550 5,28 28,36
16540 5,29 28,28
16530 5,31 28,20
16520 5,33 28,12
16510 5,35 28,04
16500 5,37 27,96
16490 5,39 27,88
16480 5,40 27,81
16470 5,42 27,73
16460 5,44 27,65
16450 5,46 27,57
16440 5,48 27,49
16430 5,49 27,41
16420 5,51 27,33
16410 5,53 27,25
16400 5,55 27,17
16390 5,57 27,09
16380 5,58 27,01
16370 5,60 26,93
16360 5,62 26,85
16350 5,64 26,77
16340 5,66 26,70
16330 5,68 26,62
16320 5,69 26,54
16310 5,71 26,46
16300 5,73 26,38
16290 5,75 26,30
16280 5,77 26,22
16270 5,78 26,14
16260 5,80 26,06
16250 5,82 25,98
16240 5,84 25,90
16230 5,86 25,82
16220 5,87 25,74
16210 5,89 25,66
16200 5,91 25,59
16190 5,93 25,51
16180 5,95 25,43
16170 5,97 25,35
16160 5,98 25,27
16150 6,00 25,19
16140 6,02 25,11
16130 6,04 25,03
16120 6,06 24,95
16110 6,07 24,87
16100 6,09 24,79
16090 6,11 24,71
16080 6,13 24,63
16070 6,15 24,55
16060 6,16 24,47
16050 6,18 24,40
16040 6,20 24,32
16030 6,22 24,24
16020 6,24 24,16
16010 6,26 24,08
16000 6,27 24,00
15990 6,29 23,92
15980 6,31 23,84
15970 6,33 23,76
15960 6,35 23,68
15950 6,36 23,60
15940 6,38 23,52
15930 6,40 23,44
15920 6,42 23,36
15910 6,44 23,29
15900 6,45 23,21
15890 6,47 23,13
15880 6,49 23,05
15870 6,51 22,97
15860 6,53 22,89
15850 6,55 22,81

senno.di.poi - Inviato il: 22/02/2013 19.06

lunedì

però il dow jones se continua così forse almeno in mattinata ci darà un pò di spinta

mercedess - Inviato il: 22/02/2013 18.28

MANTOVANO

Ho letto solo ora iltuo post,....grazie...( sempre gentile...come il resto della combriccola..!! )
Ciao a te e a tutti. Buon Week

DASREICH - Inviato il: 22/02/2013 18.23

forum

sto guardando in streaming il comizio di Grillo a Roma.......io non so quanto grande sia piazza San Giovanni ma è stracolma!!!!
mi sa che questo prende piu’ del 20 % !!
in becco all’aquila

senno.di.poi - Inviato il: 22/02/2013 18.21

ciao a tutti

buon we e grazie per il sopporto/supporto

lunedì o martedì entreranno in pista anche quelli che non si fidavano..

io devo recuperare!!

fiano - Inviato il: 22/02/2013 18.05

giochi aperti

i giochi si chiuderanno alle 14,10 di lunedi con i primi expool.
lunedi mattina si ballerà ancora.
Senno anche a me nella fretta di vendere in gain lo short comprato a 5,81 ho invece comprato a 5,97 e ora ho chiuso in pari, pazienza vuol dire che mi rifarò lunedi.
Buon weekend a tutti e buon voto. VOTATE x ki volete ma votate.

cristallino. - Inviato il: 22/02/2013 17.53

Tutti

Buon fine settimana...a lunedì...riposati, pimpanti...e con le antenne dritte...

escursionista - Inviato il: 22/02/2013 17.44

DASREIC ,senno ziobello

Lunedi forse si vedrà poco,penso i seggi si chiudono alle 15,00 poi iniziano gli scrutini a meno che ci vogliamo fidare degli exit pool che delle volte toppano di brutto io penso che martedi sarà la vera giornata campale.

ex post - Inviato il: 22/02/2013 17.36

Tutti

Buona serata e buon fine settimana.

Ziobello - Inviato il: 22/02/2013 17.34

short 5

Alla fine vendo non vendo vendo non vendo, ho venduto a 5.93....quando era a 6 pensavo di andare over weekend, quando alle 17 era a 5.88 volevo vendere...alla fine ciao fuori tutto, super liquido tranne Azimut in leggero loss.
A lunedi forum!!

DASREICH - Inviato il: 22/02/2013 17.31

SHORTISTI

rien ne va plus......i giochi sono fatti...............
lunedì sarà una giornata in cui gli shortisti faranno festa o saranno in lutto????
io spero di suonare le trombe!!!!!
ciao a tutti e in becco all’aquila

senno.di.poi - Inviato il: 22/02/2013 17.29

escursionista

grazie ANCHE A TE, E scusa il maiuscoLO ;)

senno.di.poi - Inviato il: 22/02/2013 17.26

ex post

grazie per il tuo tentativo consolatorio, il problema è che abbiamo chiare indicazioni di aprire posizioni short sui massimi e che siamo ad un passo da elezioni fondamentali..
ne ho venduta la metà in loss, ora, lunedì vedremo il da farsi

1 di 11