MIFI Personal

Numero 039  pag. 90 del 23/2/2013

Incantina

Ornellaia cresce del 51%

Profitti nel 2012 per il pregiato rosso di Bolgheri

di Cesare Pillon     

«precedente - successivo»



Nonostante il perdurare della crisi, alle aste del 2012 i SuperTuscan di Bolgheri hanno tutti ottenuto prezzi piuttosto soddisfacenti, come testimoniano le aggiudicazioni raccolte in tabella, ma soltanto per l'Ornellaia, che alle aste ha una presenza più assidua degli altri, è possibile valutare quanto siano soddisfacenti, mettendoli a confronto con le quotazioni del 2011.

Nonostante la quotazione in ribasso registrata da due di essi, i nove millesimi per i quali è possibile il confronto, che nel 2011 valevano 1.205,765 euro, l'anno scorso sono stati pagati 1.817,99, cioè 612,23 euro in più. Il profitto del 51% era assolutamente imprevedibile in un'annata così difficile. È vero che nel 2011 le quotazioni dell'Ornellaia avevano subito un ribasso dell'11%, ma tutto questo non sminuisce i risultati positivi. E questo non avviene per caso: la tenuta dell'Ornellaia è l'unica azienda italiana che ha una strategia anche nei confronti delle aste. (riproduzione riservata)




 
 

Vota
0 Voti
Scarica il pdf